Ci occupiamo della tua difesa
in ambito legale e criminologico

phone icon+39 329 4945180
divider

Le News

separator

“La verità di là di ogni ragionevole dubbio”

/ 0 Comments /

Dalla mia esperienza di oltre trentasei anni da investigatore posso dire che nel passato si arrivava alla verità (processuale), di solito con la confessione del reo, il quale spesso era convinto dalla Polizia Giudiziaria, a confessare spontaneamente (non in modo proprio legale).

Oggi, nel giorno dell’identificazione degli autori dei crimini attraverso i mezzi scientifici, quali il DNA e altri, che dovrebbero permettere di arrivare alla verità di là da ogni ragionevole dubbio, molti processi finiscono con l’assoluzione del responsabile o con l’accusa di persone innocenti.

In questi casi, personalmente preferisco sapere un colpevole fuori che un innocente dentro, che dopo molti anni si scopre di non essere colpevole.

Oggi a causa della televisione, che ha consentito a chiunque di mettersi sul palco (in bella mostra) i processi specie quelli di un certo clamore si svolgono in TV. Parliamo quelli di alcuni politici e a finire a quelli di una certa risonanza “Omicidio Meredhit” e molti altri.

In molti processi si è visto prima assolvere e poi condannare i presunti responsabili.

Allora mi chiedo! Come ci si arriva alla verità?

Con la conoscenza e la spiegazione, si forma un processo continuo di avvicinamento alla verità; in ogni momento è “verità” ciò che appare vero “di là da ogni ragionevole dubbio”.

Però questa non sarà mai la Verità Assoluta.

separator

Hai apprezzato i nostri contenuti? Condividili!